Area riservata

Per entrare nella parte del sito riservata ai soci digitare user ID e password nei campi sottostanti.

Username:

Password:


Ricerca ricambi usati

Per cercare un ricambio usato compila il seguente modulo.
La tua richiesta verrà inviata a tutti i magazzini ricambi dei soci del consorzio


Informativa ai sensi dell?art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 30/6/2003
Arriva il sensore della gomma che previene i pericoli
 
Pirelli invento lo pneumatico "intelligente" che legge la strada.
Nato dalla collaborazione tra Pirelli e Politecnico di Milano, si chiama Cyber Tyre ed è un sensore che "parla" con l'auto e garantisce la massima sicurezza al guidatore.


Si apre una nuova era per gli pneumatici: Pirelli ha inventato la gomma intelligente Cyber Tyre che "legge" la strada e "parla" con l'auto, prevenendo pericoli. Grazie a un chip inserito all'interno della carcassa, è in grado di fornire informazioni essenziali sullo stato dello pneumatico, sulle condizioni della strada e sulle prestazioni del veicolo direttamente al guidatore attraverso la centralina dell'auto, contribuendo a rendere più efficiente e sicuro il controllo elettronico della vettura.

Effetto principale dell'innovazione, messa a punto dai tecnici del dipartimento Ricerca e Sviluppo della Bicocca insieme con il Dipartimento di meccanica del Politecnico di Milano, è l'introduzione di un nuovo paradigma di sicurezza preventiva in aggiunta alla sicurezza attiva e passiva durante la marcia del veicolo. In pratica, Cyber Tyre permette allo pneumatico di diventare una sorta di copilota e di sostituirsi in caso di pericolo al guidatore.

Il prototipo di Cyber Tyre è stato presentato in anteprima durante il workshop "Advanced driver assistance control", organizzato dalla Fondazione Polimi e dalla Fondazione Silvio Pirelli, ed è già allo studio delle principali case automobilistiche.

"Il futuro del settore automotive nel nostro Paese, come in Europa, passa per la ricerca di soluzioni tecnologiche all'avanguardia a sostegno della mobilità sostenibile, che significa saper coniugare sicurezza, prestazioni e salvaguardia ambientale - ha dichiarato il presidente Pirelli Marco Tronchetti Provera - Lo sviluppo di Cyber Tyre va in questa direzione e rappresenta una delle punte puù avanzate della ricerca Pirelli, che da sempre coltiva con il mondo universitario tra cui Berkeley, Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, relazioni profonde e di successo".

"L'elemento caratterizzante della gomma intelligente - ha continuato Tronchetti Provera - è un sensore elettronico, grande circa un centimetro quadrato, completamente autoalimentato, e quindi sempre carico e a basso impatto ambientale, in grado di leggere direttamente le condizioni di interazione pneumatico-strada e di dialogare in tempo reale, via wireless, con il computer di bordo e con tutti gli apparati elettronici della vettura, oltre che con il guidatore, attraverso una opportuna interfaccia grafica. Il sensore, infatti, interpreta le variazioni della tipologia di attrito, riconoscendo le diverse condizioni di marcia: asciutto, bagnato, ghiaccio, grado di rugosità (e dunque di aderenza) dell'asfalto, per citare le principali.  La gomma intelligente, in pratica, recepisce in maniera diretta e in tempo reale l'interazione che avviene tra veicolo e fondo stradale attraverso il battistrada e può prevedere, in maniera precisa e con buon margine di anticipo, le variazioni di tale interazione e, quindi, il cambiamento delle condizioni di marcia. Cyber Tyre è già una realtà nella versione CyberFleet dedicata al trasporto commerciale e utilizzata da alcune delle principali flotte in Europa e Sud America".

Il nuovo Polo tecnologico e industriale Pirelli di Settimo Torinese sarà il primo luogo di produzione della "gomma intelligente" che si avvarrà di Mirs 2, evoluzione del Mirs (modular integrated robotezed system), l'esclusivo processo di produzione ideato da Pirelli. Lo sviluppo dello pneumatico conoscerà due fasi di evoluzione tecnologica, applicazione e disponibilità sul mercato: il Cyber Tyre Lean, per il monitoraggio della pressione degli pneumat
...
Leggi ancora

Piemonte: Legambiente ed EcoTyre insieme per la raccolta di PFU
 
Grazie al lavoro di decine di volontari di Puliamo il Mondo, l'iniziativa di Legambiente, EcoTyre ha raccolto, nel corso di un'attività volontaria e straordinaria, numerosi Pneumatici Fuori Uso (PFU) abbandonati, di cui alcuni di grandi dimensioni, nei Comuni di Chiavasso e Castagneto Po.

Dopo un lavoro di alcuni giorni, tutti i rifiuti sono stati caricati sui camion di EcoTyre, il Consorzio, con sede a Vinovo, specializzato nel trattamento di questa tipologia di rifiuto, e sono stati tutti avviati al corretto recupero, a costo zero per le casse delle Amministrazioni Comunali.

I PFU verranno triturati per ottenere granulati di gomma di dimensioni sempre minori. Nella fase di trattamento, grazie all'ausilio di speciali attrezzature, verrà separata la componente plastica dagli altri materiali, in particolare metalli e residui tessili. Successivamente i PFU, riciclabili al 100%, potranno prendere tre direzioni: il riutilizzo attraverso cui una parte degli pneumatici può essere sottoposta a trattamenti di rigenerazione per poi essere riutilizzata sui veicoli; il recupero di materia cioè il reimpiego di quasi il 70% del polverino in una serie di applicazioni, come le superfici sportive, l'arredo urbano, asfalti modificati, pavimentazioni e manufatti, opere di ingegneria civile, etc.; la restante quota di PFU (circa il 30%) è utilizzata per il recupero di energia.

"Questa iniziativa - ha detto Libero Ciuffreda, Sindaco di Chiavasso - è in linea con il percorso portato avanti dalla nostra Amministrazione Comunale, in particolare dall'Assessore all'Ambiente, Massimo Corcione, che potenzia la raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti e sensibilizza la popolazione. Ringraziamo il Consorzio EcoTyre e Legambiente che ci hanno permesso di rimuovere, a costo zero, i PFU dal nostro territorio".

"Come Circolo Legambiente Chiavasso siamo orgogliosi - ha sottolineato Massimiliano Tantillo, Presidente di Legambiente Chiavasso - di aver usufruito del servizio di EcoTyre per la raccolta dei pneumatici durante le giornate di Puliamo il Mondo che hanno visto la partecipazione di 3 scuole, 400 studenti, Associazioni e singoli cittadini dei Comuni di Chiavasso e Castagneto Po. Infatti, per questi territori comunali è una grande opportunità perchè grazie al lavoro dei tanti volontari si possono recuperare pneumatici disseminati nelle campagne e lungo i corsi d'acqua, bonificando l'ambiente senza costi aggiuntivi per la collettività. Ringraziamo dunque le Amministrazioni comunali di Chiavasso e Castagneto Po per aver accolto la nostra proposta".

"Abbiamo aderito alla campagna di raccolta pneumatici - ha affermato Giuseppe Rampulla, Vicesindaco di Castagneto Po - pensando che la raccolta non sarebbe stata copiosa. Ci siamo accorti con grande stupore del grande numero di carcasse che la cittadinanza ha portato nel luogo di raccolta. Un'iniziativa da proporre più spesso. Grazie EcoTyre e Legambiente per la possibilità che ci avete dato di evitare che le gomme finissero in una discarica abusiva!".

"Siamo molto felici - ha dichiarato Enrico Ambrogio, Presidente di EcoTyre - di aver contribuito a risolvere un problema così particolare per le Amministrazioni Comunali e per tutto il territorio, in particolare il Piemonte, la Regione che ospita il nostro Consorzio. Siamo diventati partner di Puliamo il Mondo proprio perchè sappiamo che, sebbene oggi ci sia una filiera per la gestione degli PFU che funziona correttamente raccogliendo gratuitamente presso oltre 5.000 gommisti su tutto il territorio nazionale, purtroppo ci sono ancora molti depositi abbandonati di questi rifiuti. Per i nostri 350 Soci, questa rappresenta un'attività volontaria e straordinaria che rientra tra le iniziative che l'anno scorso, come emerso dal Rapporto Annuale, hanno portato il Consorzio a super
...
Leggi ancora

Consorzio Autodemolitori della Toscana - P. Iva 04907870481
Sede legale: Piazza Petrucci, 8 54100 Camaiore (LU)
Sede operativa: Via Massa Avenza, 150 - Area Montedison ex Cersam - 54100 Z. I. MASSA
www.consorzioautodemolitoridellatoscana.com
cons-autodem-toscana@libero.it
Tel. 0585/856767 - fax 0585/505637