Area riservata

Per entrare nella parte del sito riservata ai soci digitare user ID e password nei campi sottostanti.

Username:

Password:


Ricerca ricambi usati

Per cercare un ricambio usato compila il seguente modulo.
La tua richiesta verrà inviata a tutti i magazzini ricambi dei soci del consorzio


Informativa ai sensi dell?art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 30/6/2003
Legambiente: "SOS Coste", 5 sfide per l'emergenza ambientale
 
Consumo di suolo, rischio idrogeologico, stato di salute dei fiumi e bonifiche: queste sfide da affrontare con urgenza nelle Marche.

Goletta verde approda nelle Marche e come nelle  passate 11 tappe del tour analizza punti critici e problematiche della gestione del mare e della costa. Per il ventinovesimo anno consecutivo infatti, l'imbarcazione Legambiente - realizzata anche con il contributo dei COOU (Consorzio Obbligatorio Oli Usati) e dei partner tecnici Novamont e Nau - è tornata a navigare per schierarsi contro i "pirati del mare", ma soprattutto per denunciare lo stato di salute dei nostri litorali.
E il quadro che emerge dalle Marche non è troppo confortante: quasi il 60% della cosa marchigiana è sparita sotto il cemento, lasciando liberi dall'urbanizzazione i 26 Km di costa ricadenti nelle due grandi aree protette, il Parco Regionale del Monte Conero e il Parco Regionale del Monte San Bartolo.

Il consumo del suolo è uno dei mali che affligge il territorio e che costituisce una delle 5 sfide dell'emergenza ambientale individuata dall'associazione. 
Nel suo rinnovato appello "SOS coste" Legambiente spiega come il 64% del consumo di suolo verificatosi tra il 1988ed il 2006 (circa 4,5 Km) è avvenuto per usi prettamente urbani (residenziali e servizi annessi); il restante 36%, consiste in opere infrastrutturali e industriali. In una nota stampa il cigno verde spiega: "Nonostante la Legge Galasso del 1985, ultimo momento di vera attenzione nei confronti delle tutela del patrimonio costiero, nelle Marche dall'entrata in vigore di quella Legge ad oggi sono spariti 7 Km di costa. Per fermare il crescente consumo di suolo, Legambiente rilancia l'appello di fissare il vincolo di inedificabilità assoluta ad 1 Km dalla linea del mare".

Fonte: www.rinnovabili.it
...
Leggi ancora

I:CO: il riciclo degli abiti fa il giro del mondo.
 
Per dare nuova vita agli abiti e alle scarpe usare il network I:CO collabora con importanti marchi di abbigliamento promuovendo riciclo e riuso.

Circa il 95% dei prodotti tessili può essere riutilizzato o riciclato. Per diffondere questa buona pratica I:Collect vuole dare vita ad un network mondiale che si occupi di non far finire in discarica capi d'abbigliamento usati e scarpe.
L'organizzazione nata ormai 5 anni fa ha lanciato il suo programma di recupero dei tessuti in Europa e negli Stati Uniti 3 anni fa godendo sin da subito della collaborazione di marchi di abbigliamento come H&M, PUMA, Levi Strauss & Co. e American Eagle Outfitters.
Seguire l'iniziativa e collaborare è semplice: i clienti possono trovare nei negozi aderenti specifici raccoglitori per abiti e scarpe usate, ricevendo in cambio un buono sconto di 5 dollari da utilizzare per i nuovi acquisti.

Il Vicepresidente di American Eagle ha dichiarato che il marchio vede il programma come un grande strumento per educare le persone in merito al grande impatto dell'abbigliamento e delle scarpe sul flusso di rifiuti a livello mondiale, incoraggiando il riciclaggio ed il riutilizzo direttamente presso il punto vendita nel momento in cui stanno pensando di acquistare qualcosa di nuovo.

Solitamente i vecchi abiti e le scarpe quando finiscono in discarica vengono poi inceneriti causando un pericoloso rilascio di sostanze inquinanti. 
Gli elementi vengono trasportati in luoghi di smistamento dove vengono suddivisi in categorie visto che alcuni abiti, circa il 60%, possono essere riutilizzati e altri vanno lavorati per ottenere nuove fibre o per la produzione di isolanti per l'industria automobilistica o edile.
...
Leggi ancora

Consorzio Autodemolitori della Toscana - P. Iva 04907870481
Sede legale: Piazza Petrucci, 8 54100 Camaiore (LU)
Sede operativa: Via Massa Avenza, 150 - Area Montedison ex Cersam - 54100 Z. I. MASSA
www.consorzioautodemolitoridellatoscana.com
cons-autodem-toscana@libero.it
Tel. 0585/856767 - fax 0585/505637