Area riservata

Per entrare nella parte del sito riservata ai soci digitare user ID e password nei campi sottostanti.

Username:

Password:


Ricerca ricambi usati

Per cercare un ricambio usato compila il seguente modulo.
La tua richiesta verrà inviata a tutti i magazzini ricambi dei soci del consorzio


Informativa ai sensi dell?art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 30/6/2003
Siccità
 
A San Paolo, manca l'acqua per lavare i piatti. 
Il serbatoio che rifornisce la metropoli brasiliana è stato prosciugato del 96%.

La più grande metropoli dell'America Latina deve fare i conti con la siccità e potrebbe rimanere senz'acqua tra un mese. Per una parte dei residenti di San Paolo (20 milioni) i rubinetti si stanno letteralmente seccando.
Il Direttore della Sabesp, l'azienda municipalizzata che gestisce l'acqua, ha detto al Consiglio Comunale che le riserve disponibili finiranno alla metà di novembre salvo che non venga dato il via libera alle riserve di Cantareira. La città di San Paolo è rifornita da un complesso di quattro laghi, che è stato prosciugato per il 96% della sua capacità totale.Si tratta della siccità più grave degli ultimi 80 anni.Secondo i legislatori colpa di una gestione troppo "allegra" dell'acqua da parte della Sabesp. Le attività commerciali intanto corrono ai ripari servendo bibite in bicchieri di plastica perchè quelli in vetro non si possono lavare.
Secondo la Sabesp invece si tratta di problemi tecnici.
La speranza è riposta nel clima. 
...
Leggi ancora

Spreco Alimentare: nuovi metodi per calcoli precisi.
 
Il World Resources Institute lancerà il prossimo anno un nuovo metodo per calcolare lo spreco alimentare. Un passo verso la riduzione?

Servono strumenti più affidabili per calcolare lo spreco alimentare. E' quel che auspica World Resources Institute, che ha diffuso alcuni dato ieri per la giornata mondiale del cibo. L'evento era promosso dalla Fao e volto ad accrescere la consapevolezza riguardo alla fame nel mondo. Un modo di ridurre le dimensioni del problema  è affrontare il tema dello spreco di cibo, per limitare anche l'impatto del settore agroalimentare sull'ambiente. Nel mondo tale spreco ha luogo a tutti i livelli della catena. Circa il 24% delle calorie alimentari prodotte per l'uso umano vengono dilapidate nel tragitto dall'azienda agricola al piatto, e negli Stati Uniti la percentuale è ancora maggiore. Ma il modo in cui tutto ciò avviene, varia molto a seconda di dove ci si trovi. Lo si nota osservando la mappa disegnata dal World Resources Institute.
In Europa, Nord America e Oceania, più di metà dello spreco alimentare avviene nella fase finale, quella del consumo. In pratica siamo tanto spreconi da non finire mai quel che abbiamo nel piatto, e regalarlo alla spazzatura. Ciò significa che aumentare la consapevolezza dei consumatori può essere la chiave per ridurre queste percentuali così imbarazzanti. La fotografia è ben diversa se prendiamo in esame invece l'Africa subsahariana, l'Asia del Sud e del Sud-Est. La gran parte dello spreco si accumula invece più a monte nella catena alimentare, che ci si aspetta verrà presentato il prossimo anno. Questo perchè, secondo i ricercatori, ciò che si può controllare si può migliorare.
...
Leggi ancora

Consorzio Autodemolitori della Toscana - P. Iva 04907870481
Sede legale: Piazza Petrucci, 8 54100 Camaiore (LU)
Sede operativa: Via Massa Avenza, 150 - Area Montedison ex Cersam - 54100 Z. I. MASSA
www.consorzioautodemolitoridellatoscana.com
cons-autodem-toscana@libero.it
Tel. 0585/856767 - fax 0585/505637